Mangiare a Roma… pizzeria a Testaccio!

Posted by in travel

Io e la mia dolce metà decidiamo di andarci a mangiare una pizza fuori casa.. dove andiamo, dove non andiamo, ci orientiamo su una pizzeria che internet decanta parecchio:

Da Remo
Piazza di Santa Maria Liberatrice, 44
00153 Roma
06 5746270

Cena:
- due fiori di zucca
- un filetto di baccalà
- una pizza con salsiccia
- una pizza “Remo”: salsiccia, melanzane e funghi
- una panna cotta
- una bottiglia di acqua frizzante

Spesa:
28 euro

Gnam:
La pizza, tutto sommato, non è male.. la cosiddetta “senza infamia e senza lode”.

Durante la serata:
Il “tavolo” che ci assegnano è appiccicato al vicino (con cui faccio gomito-gomito per tutta la serata), e anche ovviamente accanto allo spazio vitale per i camerieri che passano di fretta urtandoti violentemente e senza chiedere scusa. Ai nostri piedi, simpatici tovaglioli sporchi caduti e mai raccolti del precedente tavolo, accompagnati da un altro simpaticissimo pezzo di mozzarella probabilmente caduto da un boccone.

La tovaglia, le posate, i tovaglioli e i bicchieri sono tutti in stile assolutamente rustico e casereccio, come anche il menù che è un foglietto su cui devi scrivere tu cosa vuoi e cosa no (altra nota: i prezzi non sono scritti ma esposti su un tabellone alle pareti).

Sono velocissimi. Una vera “fast pizzeria” dove forse velocissimi è dire poco: ti lanciano il cibo che hai richiesto buttandotelo un pò così sul tavolo, in tempi anche sospetti (come hanno fatto a portarmi i fritti praticamente 20 secondi dopo averli chiesti??), e in un modo che ti fanno quasi salire l’ansia a finire il prima possibile. Il fatto che ci abbiamo messo 35 minuti tra sederci e pagare la dice lunga…

Insomma, non ci tornerei.

Sarà che sono romana ma ‘sta città non fa per me, sarà che io i romani non li sopporto più (non me ne vogliano gli amici: a voi voglio bene uguale!!) ma andare a mangiare fuori e essere circondata da tutta questa “rustichezza” non fa proprio per me!!!

# #