[Diy interview] Lait Noir

Posted by in diy, interview

Mercoledì, ormai il giorno della settimana che preferisco perchè ho modo di pubblicare le interviste che faccio ai creativi che adoro! Quando ho scoperto Lait Noir non ho resistito a inviarle una mail e a chiederle di partecipare a questa rubrica, innamorandomi letteralmente dei suoi disegni e delle sue creazioni. Chiara, la mente e le mani dietro a Lait Noir, infatti non crea solo abiti e accessori, ma anzi la sua vena artistica si è sviluppata e palesata per lunghissimo tempo esclusivamente sotto forma di illustrazioni. Ovviamente splendide!!


Sei una grande illustratrice: quando ti sei avvicinata al mondo della moda e come hai deciso di sviluppare anche questo tuo lato artistico? Il trasferimento da Roma a Milano, nel 2010, è stato il momento in cui ho deciso di provarci. Anche perché ero libera da impegni lavorativi e ho potuto finalmente concentrarmi su me stessa e su quello che avrei desiderato creare.

Le tue collezioni alternano pezzi estremamente divertenti e freschi, ad elementi più noir e bon ton. Dove nasce l’ispirazione delle tue creazioni? I punti di ispirazione sono veramente moltissimi, dalla natura alla musica, dai vicoli del centro storico all’interno di una tazza piena di the. Ma la cosa che amo maggiormente fare è perdermi nelle immagini, siano esse foto, disegni o video… il lavoro di molti miei colleghi mi lascia esterrefatta e mi stimola a creare cose sempre nuove o applicarmi in campi prima inesplorati, come ora è per la moda.

Cosa non deve assolutamente mancare quando crei? Mi piace molto ascoltare musica mentre lavoro, ma quando devo inventare qualcosa dal nulla ho assolutamente bisogno di silenzio, un caffè americano, qualche biscotto e le mie gatte che ronfano sul letto.

La tua nuova collezione sarà presto in vendita: raccontacela. General Winter è il nome di questa collezione. L’ispirazione è nata in un bosco coperto da una coltre di neve. Era pieno inverno e camminando tra gli alberi mi sentivo il sangue gelare nelle vene: ho così immaginato il viso della donna per la quale, nei mesi seguenti, ho cucito la collezione. Era la donna che ho poi ricreato nel servizio fotografico. I materiali usati sono sete, georgette, pelliccia sintetica… arricchiti da particolari come bottoni gioiello, pendenti in onice nero, ricami di paillettes.
Da pezzi per il giorno ad una collezione da sera. Come mai questa scelta? General Winter è una collezione pensata interamente per le amanti del pezzo unico, numerato e realizzato su richiesta; è dedicata a coloro che sappiano apprezzare il mondo della sartoria, dalla punta di un ago fino alla confezione nella scatola profumata. Inoltre è la prima collezione per la quale ho concentrato le mie energie mettendo per un po’ da parte il disegno. Ho pensato di dedicarmi a un progetto più alto e completo, sia nella realizzazione che nella sua comunicazione visiva.


A chi sogni di vedere indosso le tue creazioni? Banalmente mi piacerebbe vederle sulle mie attrici o musiciste preferite. Winona Rider starebbe da dio con indosso uno schoolgirl in vichy; adorerei poi vedere Polly Jane Harvey vestita da Generale Inverno… Bat for Lashes sembra nata per indossare uno dei nuovi headband…


Il tuo mantra: remember the small things.

Lait Noir si posiziona tra arte e moda. Cosa significano per te, rispettivamente, l’una e l’altra? Sono due facce della stessa medaglia. L’una non esisterebbe senza l’altra. Ogni stilista è anche artista e ogni artista crea tendenze.

Chiara è… un gran casino, tutti quelli che mi conoscono lo confermerebbero!


Ciao!! Ciao a te e grazie per questo spazio!

Riferimenti: 
Facebook: Lait Noir
E-mail: hello@laitnoir.it

#

13 thoughts

  1. dai che belle!! Grazie per avere condiviso questa chicca.. che di sicuro farà strada!

    Rispondi

    1. Lo credo anche io!! Non solo sono bellissimi prodotti, ma c’è anche una ricerca stilistica dietro, cosa molto importante a mio parere :-)

      Rispondi

  2. mi sembrano delle cosine squisitamente delicate (poi io ho un debole per i colletti si sa)
    Grazie per il commento interessante e soprattutto intelligente (non era per nulla banale)
    Lucy

    Rispondi

    1. Ahahah è vero, sarebbero perfetti per il tuo stile :D

      Rispondi

  3. Grazie per aver post. Mi hai fatto fare una bella scoperta!!

    NEW POST_PAOLA FRANI SS 2013
    http://www.cheapandglamour.com/2012/09/paola-frani-ss-2013-exotic-punk.html

    Rispondi

    1. Sono contenta sia piaciuta molto!! Se lo merita, a mio parere è davvero particolare questa collezione!!!

      Rispondi

  4. Ciao Elisa, sei una fonte inesauribile di conoscenza. Grazie per il tuo lavoro e per il tempo che dedichi ai tuoi post ed agli emergenti, sei grande!

    Ps. ho letto anche il tuo commento sul blog di Lucia Del Pasqua e sono d’accordo con te. Ho sbottato anche io sotto quel post, non so se hai letto.

    A New York non sono mai stata ed è il sogno di una vita. Aspetto che tu riesca a raggruppare le foto e di poterle vedere :D sono curiosa!!

    Un bacio!

    Rispondi

    1. Wow, grazie!! :-)
      Non ho letto il tuo commento, ma ora ci torno che l’argomento mi interessa!!

      Alla fine ho optato per un Tumblr, appena riesco a racimolare un po’ di foto lo diffondo! :D

      Rispondi

  5. Oh che belle!

    Rispondi

    1. Prèèèè sono stupende!! Eheheh ultimamente sto trovando troppe artiste che potrebbero andarti a genio :D

      Rispondi

  6. Insomma…una meraviglia *.*

    Rispondi