Natale 2.0 e stalker natalizi

Posted by in reallife

Passato l’otto dicembre, si può cominciare ufficialmente a parlare di Natale senza essere presi per stalker  natalizi, e cioè quelli che il 20 novembre hanno già montato l’albero e cominciano a farti gli auguri di buone feste dal primo brivido di freddo. Comunque, questo per dire che puntuale come solo il calendario sa essere (che poi negli anni bisestili non è puntuale manco lui) anche io mi allineo e omologo con le mie colleghe blogger (ma diciamo pure con tutto il mondo) e faccio un bel post sul Natale.

Antefatto: il Natale arriva sempre, che voi lo vogliate o no. Infatti possiamo dire che l’intero emisfero terracqueo si divide in coloro che saltellano per tutto dicembre – dicesi anche amanti del Natale – e coloro che dall’8 dicembre al 6 gennaio diventano tiratori professionisti di occhiatacce, non appena si pronunci la parola con la N – dicesi anche odianti (odianti? ma quanto suona male questa parola? ma esiste?) del Natale.


Ora, io chi sono? Ma naturalmente, nel perfetto carattere lunatico che mi contraddistingue e nell’impossibilità di prendere alcuna posizione, fin tanto da nascere cuspide tra due segni zodiacali, sto nel mezzo. Come il prezzemolo. Neutra come solo la Svizzera sa fare, e lo so che la Svizzera sta sulle palle a molti ma che ci si può fare, va così. E infatti ci sono giorni che mi si illuminano gli occhi a respirare l’atmosfera natalizia, che mi immagino di essere in un film newyorkese sotto la neve impellicciata piena di pacchetti da mettere sotto l’albero, e altri che mi sale un malessere di quelli che si vivono la domenica, quando la tristezza ti assale e galleggi in un limbo di noia e stanchezza, probabilmente dovuta anche ai sintomi post sbornia del sabato.


Per uniformare queste sensazioni, e sembrare un po’ meno pazza almeno dall’esterno (anche se dopo questo post mi sono sputtanata abbastanza) ho deciso di creare un bell’album da “Un albero al giorno“. Ovvero: tante foto di alberi di Natale sulla pagina facebook di Trend-Hub (bello è parlare in terza persona). E per non farci mancare nulla, all’insegna di un Natale 2.0, anche una bella board pinterestiana, con robetta natalizia. E per condividere con voi tutta questa enfasi festiva, anche l’invito a pinnare con me: scrivendo un commento o mandandomi una mail [trendhub2 @ gmail . com] con il link al vostro account Pinterest, oltre ad avere una follower in più (io!) vi aggiungerò alla social board natalizia per condividere tutti insieme tante belle fotine natalizie, sognando alberi giganteschi, cupcakes dolcissimi a forma di renna, e Babbo Natali che neanche in Lapponia. 

Ho detto tutto? Ah no! Un po’ di sano egocentrismo per dire che queste belle palline di Natale di fimo con Babbo e la Renna le ho fatte io <3 (meno orgogliosa delle foto, ma la pigrizia regna sovrana)

Cià!

P.s. per essere un post natalizio ci sono troppe parolacce. Ops.

#

15 thoughts

  1. Ma che bella idea l’album con gli alberi!
    Io aspetto natale da metà novembre, sempre!!

    Rispondi

    1. Quindi sei una vera e propria stalker natalizia!! Ahahahah :D

      Rispondi

  2. che brava !

    passa da me e se ti piace seguimi, io ricambierò con piacere

    ave

    Rispondi

    1. Grazie! Passerò a trovarti :)

      Rispondi

  3. Ciao bello il tuo blog!!!
    mi piace il tuo stile!
    mi fa piacere se mi fai sapere cosa ne pensi del mio!!grazie…kiss kiss
    http://eccentricvintage.blogspot.it/

    Rispondi

    1. Grazie!! Passerò a dirti cosa ne penso ^^

      Rispondi

  4. Oh Eli, ma le tue palline sono degne del mercatino di Natale di Merano! haha, sono bellissime!
    Ho accettato la tua richiesta su Pinterest :*

    Rispondi

    1. Ahahahaha grazieeee <3

      Rispondi

  5. Foto carinissime (: Reb, xoxo.

    *Fammi sapere cosa ne pensi della mia nuova shopping bag:
    http://www.toprebel.com/2012/12/my-new-pomikaki-bag.html

    Rispondi

  6. Ok, adesso per farti perdonare dopo avermi indirettamente dato della “stalker natalizia”, mandami 10-100-1000 palline di fimo con i pupazzetti agonizzanti che già la amo ♥
    Gli “odianti” (io li chiamo Grinch) mi stanno fortemente sulle scatolette! Io dico: ma se una cosa non ti piace perché devi far passare la voglia pure agli altri? Bah, ‘sta cosa mica l’ho mai capita. Ho un cugino che passa la sera della vigilia con il broncio, a tavola con noi. Ma stattene a casa tua! no?!
    Tutto questo per sottolineare ancora di più quanto io ami il natale e per dirti allegramente che fino al 25 dicembre ti ritroverai ancora e ancora e ancora le mie fotine sdolcinate sulla fanpage.

    Un bacino!

    Rispondi

    1. Uhahahahah mentre scrivevo ti pensavo ahahahahah lo sapevo che avresti avuto da ridire :D
      sono contenta che ti piacciano i miei pupazzetti ^^ comunque i grinch sono una razza da eliminare, io anche ogni tanto sono un po’ girata da tutto questo amore gratuito nell’aria :D ma certo non mi farà mai venire il cattivo umore permanente!! Aspetto le tue immagini dolciose su fb!!! ♥

      Rispondi

  7. Bellissima l’idea! Devi trovarmi quello di scarpe! ;-)

    Bacio!

    Ubique Chic

    Rispondi