The Burning House

Posted by in lifestyle, pics

La prima volta che sono capitata sulla pagina di questo progetto ho subito richiuso: mi sembrava quasi una forma di non rispetto verso chi la casa l’ha persa davvero, tra le fiamme o in altre disgrazie. Poi, invece, ho deciso di andare a curiosare meglio tra le pagine di “The Burning House” che chiedono: “Se la tua casa fosse in fiamme, cosa prenderesti prima di scappare?” 


E alla fine, come vedete nella foto qui sotto, mi sono lasciata coinvolgere anche io, e ho inviato il mio contributo a Foster Huntington, creatore del progetto.

- moleskine

- penna

- iPhone

- iPod

- Cuffie

- USB con foto

- Occhiali da sole

- La mia collana preferita

- Anello della nonna paterna

- Chiavi della mia inseparabile macchinuccia

- Uno (o più) libri di Andrea De Carlo

- Passaporto

- Le mie belle stringatine

- La mia borsa preferita, vintage, che era di mia nonna materna

Il progetto, lanciato nel 2011 su tumblr, è diventato anche un libro – raccolta con tantissime foto che l’autore stesso è andato a fotografare in giro per la West Cost e le Montagne Rocciose alla ricerca di immagini, e quindi personalità, diverse da quelle che solitamente leggono e seguono i blog.


Un modo per mettersi in gioco e per raccontarsi attraverso gli oggetti che più ci somigliano, fermo restando che probabilmente nessuno al mondo, in caso di estremo pericolo, riuscirebbe ad afferrare tutto ciò che fotografa. 


Qualora anche voi vogliate inviare la vostra lista di oggetti, potete farlo qui. E intanto raccontatemi: voi cosa cerchereste in tutti i modi di salvare?

#

30 thoughts

  1. E’ geniale questo progetto! Io salverei i miei libri, quanti più possibili e ovviamente il mio portatile ;)
    http://www.myvintagecurves.it

    Rispondi

    1. E pensare che i miei libri sono tutti in alto tranne quelli proprio del cuore che sono a vista, salvarli tutti sarebbe difficile!

      Rispondi

  2. Ma che bel progetto!!! Io anche salverei il mio pc e naturalmente il mio Galaxy!!

    Rispondi

    1. Eheheheh il pc penso sia cosa comujne :D

      Rispondi

  3. Faccio un po’ di scongiuri per scaramanzia, ma comunque io avrei difficoltà a scegliere ….

    Rispondi

    1. Ahahah esatto, è quello che ho fatto anche io all’inizio :D

      Rispondi

  4. ahahahah carinissima inizativa :)

    Federica
    La ragazza dai capelli rossi

    Rispondi

  5. Purtroppo io mi attacco molto agli oggetti per via dei momenti che mi ricordano e sono sicuro che per salvare i libri, vestiti, quadri e sculture finirei tra le macerie. Perciò, o salvo tutto, o non salvo niente perché sarebbe troppo doloroso lasciare bruciare il resto. Se poi devo fare il materialista, a questo punto direi che salvo il computer, così posso tenere una finestra aperta sul mondo, anche se abbandonare i libri di moda ed i cataloghi d’arte sarebbe una vera sofferenza!

    A presto,
    Alessandro – The Fashion Commentator

    Rispondi

    1. Come ti capisco, io sono una che è capace di conservare anche il sassolino se è stato preso in un determinato posto e momento! Siamo senza speranze :D

      Rispondi

  6. sai che è una sfida, non saprei cosa salvare non c’è qualcosa a cui sono particolarmente legata o meno, dovrei comprare il libro e cercare di capire meglio!!
    bacioni

    Rispondi

    1. Esatto, infatti il progetto mi è piaciuto proprio perchè mi ha permesso di interrogare me stessa su una domanda apparentemente banale ma che infondo rappresenta un po’ anche il nostro carattere :)

      Rispondi

  7. Molto bello questo progetto, fa riflettere sulle troppe cose materiali che abbiamo in casa e pensare a quello che realmente alle cose necessarie ed importanti!

    Alessia
    THE CHILI COOL
    FACEBOOK
    Video outfit YOUTUBE
    Kiss

    Rispondi

  8. Non ci voglio proprio pensare!!! Omamma! Di sicuro prendo in braccio mio figlio e al diavolo tutto!

    Rispondi

    1. In effetti un po’ di ansia la mette, e immagino che con un figlio la prima cosa sarebbe lui e nient’altro!!

      Rispondi

  9. Mmm così su due piedi risponderei il mio coniglietto e il mio blackberry.
    Ricordo che quando a Palermo c’è stato il terremoto ho messo dentro ad uno zaino la mia borsa preferita, il cellulare, il carica batteria, un paio di calze e le ultime foto che avevo sviluppato che erano sulla scrivania (non chiedetemi il perché).
    Daniela
    kaosmagazine.it

    Rispondi

    1. Non deve essere stata una bella esperienza :( in effetti questo post ero proprio un po’ indecisa a farlo perchè chi ha provato cose del genere certo non le vuole ricordare con un post in qualche modo “leggero”! Se vedessi cmq delle foto stampate vicino a me le prenderei anche io al volo, attaccata come sono alle foto!!

      Rispondi

  10. Che belle cose che trovi in giro :) tra l’altro mi piace moltissimo la tua selezione e ça va sans dire, adoro le stringate!
    Io sono una di quelle che non sa scegliere mai, non ho una canzone preferita o un libro preferito o un piatto preferito, perché non so scegliere, questa è la triste realtà.
    Comunque sicuramente vorrei portarmi dietro il mio portatile scassato, il telefono, la sciarpa della Roma, le mie Louboutin (anche se non mi stanno più.. sigh!), un paio tra i miei mille occhiali da sole e le mie cuffie Bose. E poi mille altre cose.. non ce la posso fare!!

    Rispondi

    1. Ti assicuro che ho fatto mooooolta fatica perchè mi porto sempre dietro casa anche quando devo star fuori mezza giornata! Comunque… la sciarpa della Roma no!! :D

      Rispondi

  11. Ma wow, come fai a trovare sempre queste ‘cose’ carine? (bella la tua borsa vintage!)
    Io salverei mmh..la mia cagnolina,l’hard disk con tutte le foto di una vita, la reflex,i miei DOC, le cuffie e il cellulare. (e duemila altre cose -.-’)

    Rispondi

    1. Siamo un po’ tutti un caso disperato, ci porteremmo dietro tutto!! Grazie per la borsa, io la adoro *_*

      Rispondi

  12. Progetto davvero carino! :D

    Passa da me, ti aspetto! :)

    http://theannelicious.blogspot.it/

    Rispondi

    1. Grazie! Passo volentieri :)

      Rispondi

  13. Mi hai dato un’idea geniale: posso girarlo al mio blog e fare anche io la mia versione, nei prossimi giorni? Iniziamo una specie di catena di sant’antonio delle blogger, che ne pensi?! :D Non ti scrivo cosa salverei, lo vedrai nel mio post appena rientrerò a casa.
    Bacini!
    ps. ovviamente ti taggo!

    Rispondi

    1. Ovvio che puoi! Ma soprattutto: voglio vedere cosa salviiiiiiiiiiii *_*

      Rispondi

  14. caspita, una domanda difficilissima: dovrei pensarci un bel po’!

    Rispondi

    1. Aspetto la risposta! :)

      Rispondi

  15. Io nell’indecisione su cosa prendere e cosa lasciare, sono sicura che alla fine non prenderei nulla…ma scapperei a gambe levate, almeno per salvare me stessa!

    Rispondi

    1. eheheh anche tu hai ragione! :D

      Rispondi