decor

Volevo una casetta piccolina in Canadà, con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà!

Posted by in decor, design, lifestyle

Da piccola mi immaginavo che da grande avrei avuto una di quelle case Mulino Bianco circondate da fiori, piante, farfalle e portici di legno dipinto di bianco. Insomma, quello che oggi chiamano Shabby Chic e che negli anni ’90 chiamavamo “casetta in Canadà“. Il centro tavola pieno di lavanda, pareti dipinte con colori pastello, divani paffuti morbidi e coperte a scacchi per proteggersi dal freddo davanti al camino con una cioccolata calda.  Oggi, se ripenso a quella immagine romantica e decisamente rupestre, mi vengono i brividi. Io, che se vedo un insetto volante mi nascondo sotto il letto e se sento la parola “topo” salto sopra una sedia, io che non riesco a stare senza rumore e le case in legno mi fanno venire l’ansia. In pratica lo stereotipo di quella che i contadini indicherebbero – con disprezzo – “una di città“.

La passione – forse trasmessa da qualche gene di mammArchitetto, chissà – per l’interior design però non mi è passata e continuo giornalmente a fantasticare su case e appartamenti che vorrei. In tutti i miei sogni, però, ce ne è uno ricorrente: quello di avere una casa colorata. Non tutta colorata stile Teletubbies, per carità, ma piena di pareti colorate sì. Un esempio? Stanze completamente neutre ad eccezione di una parete, totalmente colorata. E così l’arredamento: bianco, con accenti in risalto qui e là. Un sogno.

Pareti colorate in casa (altro…)

I love london… Festa a tema inghilterra!

Posted by in decor, lifestyle

Tutto quello che volevo era di andare da qualche parte. Tutto quello che volevo era qualcosa di nuovo. Niente di speciale. [Mark Twain]


Queste poche righe stanno diventando un tormentone nella mia testa, e nel mio cuore, ma di questo parlerò un’altra volta. A proposito di andare, però, qualcosa da dire ora c’è, e cioè che questa sera prenderò il volo per una mini vacanza verso la mia destinazione preferita, Londra. Cosa di più abbinato quindi se non un post dedicato alla tanto amata Inghilterra? In questi scatti, voglio proporvi delle ispirazioni per una festa a tema Inghilterra, in piena atmosfera Diamond Jubilee o, meglio ancora, in pieno clima olimpionico. 


Per prima cosa, bisogna tener presente i colori: bianco, rosso e blu. In questo modo, se non riusciremo a reperire proprio tutte le decorazioni e gli accessori in tema british, potremmo facilmente rimediare utilizzando oggetti in questi colori. 


Un esempio possono essere posate, piatti e bicchieri: non necessitano di essere decorati con la famosa union jack o con dei soldatini, ma basteranno i colori caratteristici a richiamare l’atmosfera british. Stesso discorso per tovaglie e, perchè no, alcune decorazioni: che ne pensate di rose rosse, bianche e blu, o di palloncini degli stessi colori?

Per le decorazioni della stanza, via libera alla fantasia: quadri, bandiere, festoni, ma anche specchi foderati con le immagini della regina! Utilissime anche le tante confezioni adatte a organizzare una festa a tema inghilterra perfetta! Le potete acquistare su etsy o su ebay..


La parte più importante: il cibo! In una festa a tema inghilterra, non può non essere curato il food design. E allora ecco barattolini e contenitori personalizzati ed etichettati…!! Per le confezioni dei vostri dolcetti, invece, vi potrà essere utile questo CupCake Kit Inglese

 

Da copiare, anche questa idea: ecco il tutorial per realizzare i cartocci per pop corn (ma non solo)! 


Il dettaglio in più? Forse un po’ esagerato, ma non può mancare nella vostra festa a tema inghilterra il sapone british per gli ospiti!!