#shopping

Lo shopping da Zara fa bene all’anima.

Posted by in fashion, shopping

10 a 1 che qualche voce fuori dal coro un po’ moralista uscirà fuori additandomi come superficialotta, che mi basta comprare due stracci per star bene con me stessa. Eh ma va così, caro mio professorino con gli occhiali a metà naso, che io mi rilasso quando entro nel Palazzo di Zara, e fidati che ci deve essere qualcosa sotto per riuscire a rilassarmi in quel delirio di voci, persone, file, magliette arrotolate e commessi esauriti (sì, la maggioranza sono esauriti).

zara collezione 2014 (altro…)

Guida semiseria allo shopping per gli uomini

Posted by in fashion, man, shopping

C’era una volta un uomo, un Cavaliere, che amava fare shopping e accompagnava la sua Lei a fare shopping con energia, entusiasmo, e voglia di vivere… non contento, voleva anch’egli essere accompagnato a fare shopping, per provare nuovi vestiti, comprarli e sfoggiarli poi in giro soddisfatto… 

Sì, certo, nei sogni. E non è un caso che il post inizia con “c’era una volta”, perchè questo può succedere davvero solo nelle favole. Nella realtà, infatti, sono circondata da uomini per i quali i negozi sono case dell’orrore, i camerini sono camere di tortura e la parola “shopping” gli provoca più allergia della parola “acari” (fateci caso: se a quelli allergici pronunciate la parola “acaro” così, in mezzo al discorso, fidatevi che cominciano a starnutire). Tralasciando il fatto che gli uomini odiano accompagnare le ragazze a fare shopping, il vero problema è che odiano farlo anche per se stessi. E questo causa orde di ragazzi vestiti in modo osceno che mi provocano una tristezza interiore che vorrei proprio piangere. Allora mi sono chiesta: se è vero che noi donne abbiamo una sorta di forte ascendente sugli uomini, fidanzati o amici che siano, non potremmo riuscire a far vestire il nostro malcapitato di turno in modo più o meno decente, almeno lontanamente vicino alle tendenze uomo 2013, senza provocare a lui traumi irreversibili da sedute di shopping interminabile e a noi depressione acuta a causa di un uomo vestito con la maglietta macchiata di sugo e i jeans stropicciati? Forse sì!

Lorenzo LiveraniLes Freres Jo

(altro…)

Non sono figa ma fotofobica – Firmoo review

Posted by in fashion, shopping

No, non mi sento una figa dietro i miei occhiali scuri. No, non li porto solo per far finta di essere dentro al film di Colazione da Tiffany. No, non ti sto squadrando come solo Anna Wintour riesce a fare. Quindi fatti meno paranoie, sono solo fotofobica! Fatta semplice, alla luce mi lacrimano gli occhi = mai uscire senza occhiali da sole, anche quando fuori c’è l’uragano, che al primo raggio di sole mi trasformo in una fontana che manco quella di Trevi.

Firmoo Review

Potevo allora farmi sfuggire l’occasione di prendere un paio di occhiali su Firmoo? Ovviamente NO. E così, in pochissimi giorni, sono arrivati con tanto di custodia rigida, custodia morbida, pulisci occhiali e – apriti cielo – il F O N D A M E N T A L E caccia vite da occhiali con tanto di vitine di ricambio. 

Firmoo Review

Il modello che ho scelto ricorda lo stile Rayban, con montatura nera e dettagli dorati. Le lenti sono leggermente sfumate, perfette visto che sono nere e altrimenti farebbero inevitabilmente l’effetto Ray Charles. Per ora mi ci sto trovando molto bene: principalmente preferisco usarli nelle giornate nuvolose, proprio perchè se c’è tanto sole ho bisogno di lenti ancora più scure, e in ogni caso non annoiano perchè sono leggerissimi. Inoltre, se la montatura nera non vi convince, il mio modello che ha il codice OTO3574, è disponibile anche tartarugato e viola.

Firmoo Review


Devo dire che mi incuriosiva provare anche un paio da vista – non graduati – ma quello lo lascio fare a voi: Firmoo, che per chi ancora non lo avesse capito è uno store online di occhiali da sole e da vista, vi propone infatti di prenderne un paio di occhiali gratuitamente pagando esclusivamente le spese di spedizione! Come? Seguendo questo link: http://www.firmoo.com/free-glasses.html

Firmoo Review


E tra quelli proposti, a voi quale piace di più?

Negozi vintage a Londra

Posted by in around, travel

Prima regola dell’amante del vintage: andare a Londra. Perchè c’è poco da fare, pure se i vestiti sono i nostri, e intendo nostri firmati italiani, poi ce li compriamo lì, nella patria dei bei negozi. Che poi, in realtà, io per il vintage ho una sorta di rifiuto non voluto, che mi impedisce di lasciarmi andare tra pizzi e merletti di tempi lontani. Quell’odore di vecchio che probabilmente molte di voi amano, a me fa pizzicare il naso, e il domandarsi quale romantica storia si cela dietro ad ogni abito a me fa tristezza… ed è così che io il vintage me lo guardo dalle vetrine, sperando un giorno di riuscire pure a comprarlo! In ogni caso, in quale vetrine londinesi? Ecco un bell’elenco che potrebbe tornarvi utile per la vostra prossima ondata di shopping per negozi vintage a Londra.

La prima regola dell’amante del vintage in viaggio a Londra, invece, è quella di andare a Brick Lane. Dopo una rapida (rapida?) visitina ai mercati di Spitafield, Brick Lane e Sunday Up, infatti, potrete dedicarvi al vostro shopping vintage londinese semplicemente passeggiando per 2-3 vie di questo quartiere. 

Prima tappa? Nel nuovo (ha aperto poco più di un anno fa) mega- store chiamato “Blitz” (55, Hanbury Street), un tempio a due piani del vintage che conserva cimeli di ogni genere, da tute mimetiche a all star, da borse di pelle a giubbini da baseball, da vecchie camicie modificate a romanticissimi vestiti retrò. Nota non da trascurare: un magnifico bar dove parcheggiare il proprio fidanzato stremato. 


Sempre su Hanbury Street, al numero 15, si trova invece uno dei negozi più famosi, Absolute Vintage, che saprà soddisfare al 100% le amanti delle borse vintage. Zaini, zainetti, tracolle e valigie divise per colore di ogni epoca e prezzo, ma anche selezioni di foulard a 1 pound, scarpe di ogni genere e t-shirt anni ’80. 

Se invece cercate un negozio vintage a Londra che proponga sì pezzi vintage, ma anche qualcosa di originale, modificato e riciclato, dovete dare uno sguardo a Rokit, al numero 101 di Brick Lane, che con il brand “Rokit Recycled”, realizza borse e accessori da stoffe e pelli vintage riciclate.


Per concludere, imperdibile è Cheshire Street, una traversa di Brick Lane: un negozio vintage dopo l’altro con pezzi unici e prezzi contenuti. Tra tutti, Beyond Retro, una catena di negozi vintage presenti non solo a Londra, ma anche a Brighton e Stoccolma. 

E voi? Avete altri negozi vintage a Londra da consigliare?

Il paradiso esiste… ed è scontato.

Posted by in around, Roma

Esatto. Entrare in uno showroom pieno di vestiti, per me è il paradiso. Se poi i capi sono anche scontati, allora ho davvero trovato il mio centro del mondo. 

Nella continua, estenuante e difficile ricerca di luoghi che possano farmi amare questa città (la mia!) non dico per farmi cambiare opinione ma almeno per farmi rivalutare un pochino una capitale che sembra fatta solo (si ho detto solo) di monumenti e poche opportunità, mi sono imbattuta in Samples

Ma facciamo un passo indietro. Passeggiando per le vie di un quartiere residenziale mi sono ritrovata in un negozietto dal sapore originale e particolare che ha colpito subito il mio occhio in cerca di stranezze. 


Da qui, la scoperta: il negozietto è l’outlet di uno showroom che, rullo di tamburi, vende abiti di C A M P I O N A R I O. Esatto. Abiti freschi di stagione come il cocomero d’estate, venduti a prezzi scontati. Come fare tombola e tombolino, che poi non si potrebbe.


E così mi sono armata di macchina fotografica e sono andata a scoprire questo piccolo paradiso racchiuso in un garage, dietro un cancello, in una piazza deserta, fuori dal mondo. Ma si sa che come la spada nella roccia, l’isola del tesoro e l’anello di Gandalf, i tesori più belli sono quelli più difficili da raggiungere (tanto da doverci tornare due volte, perchè la prima l’ho trovato chiuso. Che vi serva da lezione: chiamate prima di andare che prendere appuntamento è meglio).


E insomma, alla fine ce l’ho fatta e mi sono lanciata tra vestiti, gonnelline e maglioni di Hoss Intropia, Betty Blue, Poems London, Aniye By, Full Circle, Grifoni Denim, Mina UK, ma soprattutto: 5Preview *_*


E dire che ero pure indecisa se condividere questo paradiso con voi, ma infondo è quasi Natale e così vi regalo questa perla da aggiungere subito subitissimo agli indirizzi da visitare e svuotare non appena ci si ritrova lo stipendio accreditato(ecco, appunto… e infatti domenica sono tornata a casa a mani vuote).


Non da meno, per venire incontro a questi portafogli bucati già dal primo del mese, giovedì 6 dicembre si terrà un aperitivo al quale siete tutti invitati dalle 18.00 alle 20.00 dove i prezzi (già scontati essendo di campionario), riceveranno un ulteriore 20% di sconto!!!

Purtroppo non sarò presente all’evento, ma sono sicura di incontrarvi lì a gennaio, quando saremo tutte a sgomitare per i nuovi campionari primaverili!!!


Ecco tutti i riferimenti:
Piazza Azolino Hazon 19 00144 Roma
+39 06 89568450  info@samples.it



che ne pensate, vale la pena farci un salto? 😉

Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi…

Posted by in fashion, shopping

Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi… REGALAMI TUTTO!! Ecco come farebbe la versione femminile della canzone del tanto amato Lucione Battisti, altro che discese ardite e scogli che arginano il mare!!! Ed è così, sulle note di questa canzone, che oggi pomeriggio mi sono innamorata di più o meno tutto ciò che c’è in giro sul web, ovviamente in tema sciòpping.
Boots

Peccato solo che io non ami spendere e spandere in rete, ebbene lo ammetto: io che me lo sbaciucchierei tutto questo web 2.0, non amo acquistare online. Mi perdo il gusto di toccare con mano i tessuti, di provare in camerino 200 capi (“signorina, può portare al massimo 6 capi in camerino” “uuhh guardi laggiù cosa c’è!” – fugone dietro la prima tenda libera) e soprattutto di trovare la taglia giusta che non si sa come è possibile mi cambia da vestito a vestito.
Oxford

Insomma, che ho fatto quindi questo pomeriggio se non ho comprato nulla?? Ebbene, una sorta di indagine di mercato per chiarirmi un po’ le idee, e per non andare proprio alla cieca riuscendo così a rispondere alla fatidica domanda “ma tu, che genere di scarpa\orologio\zaino vorresti?” L’unico problema è – ovviamente – che la maggior parte delle cose che si trovano su internet, in Italia, e figuriamoci a Roma, non si trovano. Tragedia universale, ma ce la farò. 
Orologi
Dopo avervi mostrato quelle che secondo me sono le tendenze 2013, quindi, ecco le mie di tendenze, quelle che inserisco dritte dritte nella mia wishlist. Che ne dite? Cosa vi piace e, soprattutto, dove le trovooo?? E NO, la soluzione non può essere tornare di nuovo a Londra (siamo a quota 7!) a fare shopping perchè mia madre mi taglia gli alimenti (ok, necessito di un lavoro).

Zaini

PS: e se volete la URL esatta di dove trovare in rete queste belle cosine, ecco la mia collezione “wish” su Polyvore, ovviamente da aggiornare visto che qui si parla solo di accessori, e neanche tutti!! 

PPS: tanto lo so, prima o poi cadrò anche io nella magica sfera dell’acquisto in rete!!